Blog Giocate Vincenti

I metodi per vincere le scommesse

Italiani popolo di giocatori

È risaputo che gli italiani sono un popolo di scommettitori, la passione per il gioco è pari a quella per il calcio e la buona cucina.

Tra la miriade di giochi su cui è possibile scommettere in testa alle preferenze svettano i gratta e vinci e soprattutto il gioco del Lotto.

Napoli è la patria del gioco del lotto e della smorfia.
Se chiedete in giro i Napoletani vi risponderanno che il lotto non è solo un gioco, è qualcosa di più, è un tuttuno con il mondo dei sogni, ma è anche storia, passione e mistero.

Ma come si spiega questa passione italiana per il lotto se è il gioco meno equo che esiste su questo pianeta, e nonostante questo rimane il primo gioco per numero di scommettitori?

Perchè il lotto non è un gioco equo?

Ricordiamo brevemente in che cosa consiste il gioco del Lotto e come si scommette. Bisogna indovinare uno o più numeri estratti su 90 possibili scommettendo su una ruota, su più ruote oppure su tutte le ruote.

Per ogni ruota vengono estratti 5 numeri. Ecco le possibili giocate:
- l'ambata o estratto (si scommette sulla possibilità di indovinare un solo numero estratto);
- l'estratto determinato (si scommette sulla possibilità di indovinare il numero e la posizione in cui viene estratto);
- l'ambo, indovinare due numeri sui 5 estratti;
- l'ambetto, uno dei numeri giocati + il numero precedente e/o successivo degli altri numeri giocati;
- il terno, indovinare tre numeri sui 5 estratti;
- la quaterna, indovinare quattro numeri sui 5 estratti;
- la cinquina, ovvero indovinare tutti i cinque numeri estratti.

Vincite e probabilità del Lotto

Secondo il calcolo delle probabilità, ogni volta che si procede all'estrazione dei 5 numeri su una ruota, la probabilità che sortisca un singolo numero (l'estratto) sui 90 disponibili è di (1/90 + 1/89 + 1/88 + 1/87 + 1/86), ovvero dello 0,05% cioè circa 1 su 18.
Secondo quanto spiegato sopra, se il Lotto fosse un gioco equo dovrebbe pagare l'estratto 18 volte la posta.
In realtà, Lottomatica, al momento l'unica consessionaria autorizzata a gestire il gioco del lotto, paga 11,2 volte la posta.

La differenza è di 18 - 11 (arrotondato ad 11 per difetto) = 7, che in percentuale equivale al 38,89%. Questo significa che in media, il giocatore del lotto che scommette sul singolo estratto, conseguirà una perdita pari a 38,89 € ogni 100 € giocati.

Non significa che sul singolo tentativo perderà 38,89 €, si tratta di un numero medio, e quindi che su un elevato numero di scommesse (diciamo da 2.000 a salire), la media delle sue perdite sarà molto vicina a 38,89 € ogni 100 € scommessi.

Su un numero ridotto di tentativi invece il giocatore può anche realizzare vincite superiori alle somme scommesse.

Analizziamo adesso la giocata per ambo, probabilmente la preferita sia dai giocatori occasionali che da quelli abituali.
L'ambo consiste nell'indovinare 2 numeri dei 5 estratti su una ruota. Appare evidente che le difficoltà rispetto al singolo estratto aumentano. L'ambo ha probabilità di 1 su 400,5 di uscire, mentre il suo payout, cioè quanto paga Lottomatica, è di 1 su 250.
Questo significa che scommettendo 1 € sull'ambo, in caso di vincita si ottengono 250 €.
Anche per l'ambo calcoliamo la perdita media, essa equivale a 400,5 - 250 = 150,5 che espressa in percentuale è pari al 37,58%.

Così facciamo lo stesso anche per il terno, la quaterna e la cinquina.
Terno 11.748 - 4500 = 7.248, ovvero 61,70%
Quaterna 511.038 - 120.000 = 391.038, ovvero 76,52%
Cinquina 43.949.268 - 6.000.000 = 37.949.268, ovvero 86,35%

Se quindi con l'ambo la perdita media è solo (si fa per dire) del 37,58%, con il terno sale al 60%, con la quaterna si arriva al 75%, mentre con la cinquina pensate un pò, siamo quasi al 90%.
Difatti, se la probabilità di indovinare la cinquina è di 1 su 43.949.268, il suo payout è solamente 6.000.000, quindi 7 volte inferiore.

Per fare un paragone è come se io ti stessi chiedendo di giocare in questo modo: dentro un'urna ci sono 7 palline numerate dall'1 al 7, scegline una, se esce ti pago un premio di 1 €, se invece esce una delle altre 6 palline paghi tu 1 € a me. Alzati in piedi se giocheresti a questo gioco, eppure chi scommette sulla cinquina al gioco del lotto accetta in proporzione proprio queste regole.
Ma anche chi scommette su quaterna e terno... accetta regole che sono simili a quelle!

Non dimentichiamo poi che alla vincita lorda superiore a 500 € va detratta la tassa del 6% introdotta dal governo, tassa che ovviamente riduce le vincite reali nette.

A questo punto sorge spontanea una domanda: perchè i giocatori continuano a giocare se sanno che nel lungo periodo saranno perdenti?

I motivi sono tanti, in linea generale dovrebbero essere questi i più ricorrenti:
- mancata o errata conoscenza di probabilità, payout, regole del gioco e possibilità di vincita;
- considerare il gioco del lotto come un passatempo, un'esperienza differente da un semplice gioco dovuto al caso, vedi premessa iniziale dei giocatori Napoletani;
- convinzione errata che possano esistere dei metodi per battere il caso e le probabilità;
- convinzione che esisteno software o gente in grado di far vincere;
- errata convinzione che i numeri abbiano memoria e che quindi si possano sfruttare ritardatari e serie storiche;
- smorfia ed interpretazione dei sogni, molti scommettitori occasionali corrono a giocare dei numeri dopo aver sognato nonni, zii, parenti ecc.;
- pensare o credere di avere fortuna al gioco.

Come vedi il fatto che un gioco non sia equo non implica necessariamente che sia snobbato, anzi, fantasticare sulla possibilità che si possa vincere 6 milioni di volte la posta con la cinquina crea l'errata convinzione che ciò sia possibile, e quindi si pensa che sia più facile di quanto è davvero nella realtà.

D'altra parte tutti i giochi a premio in denaro autorizzati dello stato italiano non sono equi, e di certo non potrebbero esserlo, eppure sono milioni gli italiani che tentano, cercano, ogni giorno la fortuna, consapevoli o meno delle vere e reali probabilità di vincita.

Cosa fare allora, Non giocare più?
Si può giocare, innanzitutto giocando sempre e solo secondo le proprie reali possibilità economiche, senza mai esagerare, poi affidandosi ad un buon metodo/sistema di gioco, come il nostro Ambo Sincero cioè un metodo che ricava le previsioni basandosi solo sulla matematica, e, come ben saparai, la matematica è l'unica "scienza esatta" conosciuta sul "pianeta Terra".

↑ su ↑
Copyright © 2008/2018 GiocateVincenti.com ® P. Iva IT03220370138 Diritti esclusivi e riservati.

Home GiocateVincenti.com